Il rifugio Zilioli è rinato

Ascoli Piceno, 23 novembre 2020 – Sono terminati i lavori di ricostruzione del rifugio Zilioli sul Monte Vettore, coordinati dal Cai Ascoli Piceno – proprietario della struttura – e resi possibili grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, che ha reso disponibili 186.000 Euro nell’ambito del Masterplan Terremoto, il piano operativo di rilancio delle comunità colpite dagli eventi sismici, con la collaborazione dell’AVIS provinciale Ascoli Piceno e la SAT – Società Alpinisti Tridentini.  Il rifugio, ideato dopo la tragica morte del giovane alpinista ascolano Tito Zilioli da un comitato promotore che raccolse i fondi necessari alla sua edificazione, fu realizzato nell’estate 1959 da muratori arquatani che trasportarono il materiale a dorso di mulo, su un’area appositamente donata alla sezione CAI di Ascoli dalla comunanza agraria di Pretare. GIORGI _PLG7605

Oggi, il rifugio, reso completamente in agibile dal sisma, torna ad essere un luogo sicuro e confortevole, con una struttura realizzata con materiale innovativo elitrasportato.

Terminati gli ultimi lavori, il locale invernale sarà aperto per un utilizzo di emergenza, mentre la parte chiusa tornerà a essere prenotabile soltanto quando le condizioni sanitarie lo consentiranno.

FC2020/135

GIORGI_0190

Comments are closed.