Ventunesima giornata FAI di primavera

Prosegue l’iniziativa “FAI Ascoli con i giovani: pauperismo mistico e opulenza barocca” realizzata dal FAI – Delegazione di Ascoli Piceno, insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e rivolta ai giovani ed alla comunità.

Il progetto si compone di due parti strettamente interconnesse tra di loro e aventi i medesimi destinatari: i giovani e il territorio ascolano, nell’ambito del Terzo Settore. La prima parte, oggetto di questa presentazione, è relativa ai due eventi nazionali FAI denominati Giornate FAI di Primavera, del marzo 2012 e del marzo 2013, che vedono la partecipazione della Delegazione di Ascoli Piceno. Essa è rivolta a promuovere una educazione al volontariato negli “Apprendisti Ciceroni”, studenti volontari della Scuola Secondaria, per prepararli ad interagire con i visitatori, guidandoli alla conoscenza dei beni individuati dalla Delegazione sull’intero territorio provinciale (circa 300 ciceroni coinvolti). Per ogni anno l’evento prevede anche la realizzazione di una brochure storico-artistica sui beni aperti, da distribuire agli oltre seimila visitatori previsti in ognuna delle due manifestazioni. Quella relativa al 2012, è stata già stampata in 3000 copie e distribuita con successo.

Nella brochure di quest’anno, l’itinerario si sviluppa “SULL’ANTICO DECUMANO, LE GRANDI FAMIGLIE ASCOLANE: DAI MALASPINA AGLI SGARIGLIA”, mentre a Cupra Marittima i visitatori andranno “DAI RESTI ROMANI AL CASTELLO MEDIEVALE. Questo risultato è il frutto della collaborazione degli insegnanti, dei Proprietari, degli amici dell’Archeoclub di Cupra Marittima e dei Delegati, che hanno compilato e fornito  le schede descrittive.

Gli obiettivi generali della prima parte sono:

stimolare nei giovani la conoscenza dei beni ambientali e monumentali del territorio, promuovendo la consapevolezza che la tutela dell’ambiente e l’amore per l’arte e la storia del proprio territorio sono fonte di ricchezza personale e di opportunità lavorativa;

fidelizzare le giovani generazioni al volontariato, offrire alla popolazione una più approfondita conoscenza del proprio territorio.

Essi si coniugano con obiettivi specifici quali:

la formazione storico-artistica dei giovani finalizzata all’amore e al rispetto del territorio e della città, lo sviluppo delle relazioni interpersonali dei giovani attraverso il  contatto diretto con la loro comunità di riferimento durante le visite ai beni prescelti;

l’acquisizione della capacità di gestire un gruppo per la fruizione turistica;

l’acquisizione della capacità di lavorare in gruppo.

Con il coordinamento della Prof.ssa Grazia Orsini si è provveduto al coinvolgimento delle Scuole Secondarie della Provincia,  e insieme ai docenti, alla creazione di Corsi per la formazione degli adolescenti come Apprendisti Ciceroni e alla predisposizione delle schede storiche e dei testi da stampare per le Giornate di Primavera.

La seconda parte del progetto, di attenzione al terzo settore, è indirizzata ad un’esperienza di lavoro di ricerca condotta  da giovani  professionisti ascolani di varia competenza. Con il coordinamento della Prof.ssa Teresa Piermarini e la supervisione della Delegazione, si sta realizzando lo studio approfondito di due temi di “emergenza” storico-architettonica del territorio ascolano: 1) gli Eremi e 2) i Palazzi Barocchi, di cui sarà data a fine progetto un’adeguata comunicazione con conferenza dedicata.

Il progetto “FAI Ascoli con i giovani: pauperismo mistico e opulenza barocca”  è la dimostrazione di come opera il Terzo Settore della nostra Comunità e di come, attraverso la realizzazione di sinergie e di collaborazioni, produce valore. Infatti, da un lato, la Fondazione ha fissato le aree di intervento (grazie all’analisi dei bisogni del territorio ed al colloquio con la comunità), determinato gli stanziamenti per gli interventi (lavorando per produrre il reddito necessario), emanato un avviso per la presentazione di progetti (definendone le caratteristiche), dall’altro, il FAI Delegazione di Ascoli Piceno, ha partecipato all’avviso presentando il progetto “FAI Ascoli con i giovani: pauperismo mistico e opulenza barocca”, mettendo a disposizione le proprie professionalità, le proprie competenze e la propria capacità organizzativa.

Scarica la brochure dell’itinerario

Comments are closed.