Acli, conclusione del progetto ”SOS: Famiglia chiede aiuto”: 559 utenti raggiunti

Ascoli Piceno, 20 luglio 2020 – Le ACLI provinciali di Ascoli Piceno aps, insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, comunicano la conclusione del progetto “SOS: Famiglia chiede aiuto”. Le attività progettuali avviate nel mese di gennaio 2018 hanno interessato il territorio di Ascoli Piceno, di San Benedetto del Tronto e della Vallata del Tronto.

La crisi socio-economica sta minando la famiglia creando spesso situazioni di difficoltà relazionale tra i coniugi, tanto che uno dei temi di maggiore intervento delle politiche sociali degli ultimi anni ha riguardato la separazione coniugale. Quindi, la principale finalità del progetto è stata quella di intervenire in modo integrato sulle situazioni di disagio familiare, sia dal punto vista psicologico e sociale che economico, attraverso momenti di ascolto e di supporto e attraverso la realizzazione di laboratori educativi di economia domestica cercando, dove possibile, di sostenere e valorizzare le risorse personali dei soggetti a rischio. Sono stai messi in campo interventi che hanno coinvolto tutti i membri della famiglia, genitori e figli, attraverso consulenze legali, mediazioni familiari, équipe domestiche, gruppi di parola e di auto-mutuo-aiuto e supporto economico per le situazioni più gravi. Il totale degli utenti raggiunti e coinvolti è pari a 559 persone. Inoltre, attraverso il progetto si è cercato di rafforzare il ruolo della rete dei soggetti sociali che intervengono nel territorio con le proprie specificità al fine di sensibilizzare la comunità sul tema delle nuove fragilità familiari.

La realizzazione del progetto è stata possibile grazie al particolare sostegno messo in campo dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, che da sempre investe in iniziative innovative e di sperimentazione di nuovi modelli di rete, e dalla rete di organizzazioni partner che vantano esperienze pluriennali nel campo del disagio familiare: il Centro Famiglia e la Fondazione Antiusura Mons. Traini di San Benedetto del Tronto e le Associazioni CIAF e Unafamigliapertutti di Ascoli Piceno.

Comments are closed.