La Bottega del Terzo Settore a nove mesi dall’apertura

A nove mesi dall’apertura ufficiale degli spazi, Bottega del Terzo Settore fa un primo bilancio della propria attività: oltre 6.400 ingressi, 67 eventi pubblici e oltre 90 tra riunioni, presentazioni e conferenze stampa. Oltre alla quotidiana attività di coworking.

L’associazione, che conta oltre centoventi enti ed organizzazioni del Terzo Settore, presenta i dati relativi alle attività e agli eventi ospitati presso la sede di corso Trento e Trieste ad Ascoli Piceno. Con un approfondimento sui nuovi progetti in corso di realizzazione.

Ascoli Piceno, 25 luglio 2017 – Si è tenuta oggi la conferenza stampa di presentazione dei primi risultati prodotti dall’Associazione Bottega del Terzo Settore. Dal 1 ottobre 2017 al 30 giugno 2018: nove mesi di attività incentrata soprattutto nell’ospitare ed accogliere eventi, incontri ed appuntamenti delle associazioni ed enti del territorio.

In questi mesi si sono registrati oltre 6.500 ingressi tra referenti e collaboratori di enti del terzo settore, cittadini interessati a partecipare ad eventi, studenti, lavoratori, formatori. Sono stati ospitati 59 eventi pubblici, 122 riunioni per progetti, direttivi o semplici confronti, 27 conferenze stampa, per un totale di oltre 200 momenti di “incontro”, scambio, relazione.

Le persone fisiche iscritte ai servizi sono circa 290 in maggioranza uomini (58%) e l’età media è 38 anni (dai 20 ai 60 anni circa). Di questi, il 42% risiede ad Ascoli Piceno, il 16% proviene da San Benedetto e dalla Vallata del Tronto e il 4% dall’area montana. Il resto sono soprattutto studenti provenienti da tutta Italia. Un luogo di incontro di persone provenienti da varie città, dunque.

Tanti sono stati anche i  progetti già avviati: una trasmissione radiofonica fatta dai giovani del Servizio Civile sui giovani nel Terzo Settore (in collaborazione con Radio Ascoli e l’Associazione Intermedia), “Olimpia 2.0 – BTS Social Cineforum” ossia una serie di proiezioni con dibattito tra i partecipanti (con la direzione artistica della Fondazione Libero Bizzarri), e poi corsi di formazione sulla digitalizzazione e l’innovazione tecnologica, percorsi di formazione come quello attualmente in essere di Project European Management e approfondimento con l’Università Politecnica delle Marche e l’Università di Camerino.

d0de41381ed1a70c001a29db69d64a3590e202fdd623085d4c41cb79069251e8

Tra i progetti ormai consolidati, vale la pena citare BTSchool – A Scuola di Cooperazione che, giunto alla seconda edizione, coinvolge oltre 140 ragazzi di sei Istituti Superiori di Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto, Amandola e Grottammare ed è realizzato insieme all’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche –  Ascoli Piceno.

“Visioni, Idee e Volti per il cambiamento” è invece un progetto realizzato in collaborazione con la Fondazione Carisap che ha l’obiettivo di far ripartire il territorio anche risvegliando le forze sopite e creando maggiori sinergie tra mondo profit e non profit. Il progetto è articolato in due parti: nella prima (da gennaio a maggio 2018), si sono susseguiti eventi con ospiti di caratura internazionale che hanno sviluppato il concetto di “Visioni” parlando di artigiani digitali, di economia 0.0 e del coraggio di intraprendere. Gli ospiti in questione sono: Oscar di Montingy, Massimiliano D’Amico e Alex Bellini. Nella seconda parte del progetto verrà strutturata la parte progettuale che porterà alla creazione di una scuola di impresa sociale.

Oltre allo spazio e ai progetti, Bottega del Terzo Settore mette a disposizione anche una serie di servizi gratuiti per i propri associati: uno sportello informativo e consulenziale, per rispondere alle richieste sui temi di natura legale ed in particolare, la formulazione e rivisitazione degli statuti e dei regolamenti alla luce delle novità normative introdotte dalla Riforma del Terzo Settore. Per approfondire agli aspetti amministrativi, fiscali, finanziari e civilistici, invece, il riferimento è quello dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Ascoli che ricevono gli associati su appuntamento. Infine, uno sportello legato al mondo della comunicazione online per supportare gli enti che hanno necessità di aumentare la propria visibilità e curare la presenza sui social network.

Comments are closed.