Comunic@: nuovi linguaggi di prevenzione

 

Proponente

Associazione Amelia.

Sede legale in Via Manzoni, 40 – 63013 – Grottammare.

Rappresentante legale: Enrica Flammini.

Web: associazioneamelia.com

Impatto territoriale: San Benedetto del Tronto, Grottammare, Cupramarittima.

Il progetto in sintesi Il progetto, attraverso la collaborazione continuativa con le istituzioni pubbliche, i servizi sociali, le famiglie, le istituzioni scolastiche, ha offerto agli studenti delle scuole medie superiori di alcuni istituti del territorio strumenti di lotta contro il disagio giovanile, educando a un mondo libero dalla droga. Il progetto è entrato nel vivo dopo l’inizio dell’anno scolastico 2012 – 2013. Le attività sono iniziate il 13 novembre 2012, sono proseguite con cadenza settimanale, hanno coinvolto ottantanove partecipanti ed hanno avuto la durata di due, tre o quattro ore a seconda di quanto preventivamente concordato con ciascuno degli istituti scolastici. Come previsto, le prime ventiquattro ore sono state dedicate al percorso di contrasto al disagio, durante il quale sono state trattate le dinamiche collegate al disagio giovanile e all’uso di droghe ed alcol; sono stati poi analizzati i comportamenti a rischio e le motivazioni che si celano dietro l’adozione di tali comportamenti. Le ventiquattro ore realizzate nella seconda parte del progetto sono state dedicate al percorso di drammatizzazione, nel corso del quale gli studenti sono stati guidati dalla psicologa e da due educatori alla produzione d’idee per comunicare quanto in loro è stato suscitato dallo svolgimento della prima parte di attività. Successivamente, tali idee sono state tradotte in cortometraggi, presentati alla comunità il 29 maggio 2013, presso il Teatro delle Energie di Grottammare e diffusi grazie alla produzione di trecento DVD distribuiti sul territorio. Il numero degli iscritti è suddiviso così come di seguito illustrato: Istituto professionale per l’industria e l’artigianato e per le attività marinare di San Benedetto del Tronto: venti iscritti; Istituto professionale alberghiero di San Benedetto del Tronto: quindici iscritti; Istituto tecnico Fazzini di Grottammare: ventotto iscritti; Istituto magistrale Mercantini di Ripatransone: ventisei iscritti. Gli obiettivi raggiunti dal progetto sono stati: promozione della prevenzione primaria (benessere psicofisico e cultura della salute) e secondaria (adozione di stili di vita sicuri); realizzazione di uno spazio di socializzazione e di condivisione con i pari; rendere i giovani protagonisti del percorso di contrasto al disagio attraverso il metodo della peer-education, attività creative e spazi di libera espressione delle idee; diffusione nella collettività dell’importanza delle azioni a favore dei giovani, per la loro crescita costruttiva e lo sviluppo della loro personalità. Le attività progettuali hanno rispettato il crono programma stabilito, il progetto si è concluso a luglio 2013.

 

Comments are closed.