Comunicato stampa

Ascoli Piceno, 11 ottobre 2016 –  L’Organo di Indirizzo della Fondazione, anche alla luce di quanto apparso sulla stampa nei giorni scorsi,  allo scopo di fare chiarezza in ordine alle motivazioni che lo hanno ispirato nell’assumere la decisione di annullamento del progetto A.N.I.M.A., ritiene doveroso precisare quanto segue.

Giova rammentare come all’Organo di Indirizzo – e ad esso soltanto – competa la funzione di identificare le linee strategiche di intervento della Fondazione a sostegno delle necessità della Comunità di riferimento. A tale funzione l’Organo di Indirizzo si è dedicato e continua a dedicarsi in completa autonomia ed indipendenza, facendosi interprete dei bisogni e delle priorità del territorio. Nell’adozione delle proprie determinazioni è soggetto esclusivamente al rispetto dello Statuto e della normativa di riferimento.

La decisione in merito al progetto A.N.I.M.A. è stata oggetto, nel tempo, di approfondito ed adeguato esame, articolatosi in relazione ai molteplici aspetti e criticità connessi alla realizzazione della “grande opera”. In tale ambito l’Organo di Indirizzo ha sempre operato allo scopo di identificare una corretta sintesi tra diverse necessità della Comunità territoriale, assegnando rilievo primario al tema della effettiva utilità dei progetti perseguiti, e quindi astenendosi da comportamenti e decisioni dettati dalla mera impulsività.

Nel corso del tempo molteplici sono state le difficoltà tecniche e amministrative che, dall’inizio del progetto e per i nove anni sin qui trascorsi, hanno contraddistinto il susseguirsi delle vicende. Difficoltà che, ad oggi, permangono irrisolte e che, pertanto, hanno reso incerti i tempi, i costi e la stessa possibilità di pervenire ad una compiuta realizzazione dell’opera.

In un momento congiunturale così delicato come il presente, l’Organo di Indirizzo ha ritenuto doveroso e responsabile – nei confronti della Fondazione stessa e, innanzi tutto, della propria Comunità territoriale – chiedersi nuovamente se il perseguimento del progetto A.N.I.M.A., connotato dalle suddette difficoltà tecniche ed incertezze realizzative, potesse ancora ritenersi coerente con le priorità della propria attività istituzionale a sostegno delle reali esigenze del territorio.

Con senso di responsabilità e piena consapevolezza, l’Organo di Indirizzo – anche in considerazione dei recenti tragici accadimenti che hanno colpito la Comunità – non ha potuto far altro che prendere atto dell’evoluzione della scala di priorità che, nel 2007, aveva originariamente ispirato la nascita del progetto, giungendo dunque alla sofferta ma ferma decisione che il perseguimento di A.N.I.M.A., per tutte le problematiche sopra evidenziate, abbia cessato di rivestire carattere prioritario per la propria Comunità.

Comments are closed.