Nelle Marche 1.037 volontari per 10 mila abitanti

FONTE: SALA STAMPA ISTAT

Il 9° Censimento industria e servizi, istituzioni e non profit dell’Istat ha messo sotto la lente di ingrandimento anche il mondo del Non Profit: nelle Marche le Istituzioni rilevate sono 10.676, pari al 3,5% del totale nazionale (301.191), con un significativo incremento del 37,1% rispetto al Censimento 2001, molto superiore alla media nazionale (+28%).

Il Non Profit impiega a livello regionale 180.857 risorse umane di cui: 15.467 addetti, 5.456 lavoratori esterni, 79 lavoratori temporanei e 159.855 volontari. La regione presenta rapporti molto elevati di volontari rispetto alla popolazione residente: l’incidenza sulla popolazione è pari a 1.037 volontari per 10 mila abitanti, valore al di sopra della media nazionale (801 volontari per 10 mila abitanti).

Cultura, sport e ricreazione con 7.667 istituzioni risulta essere, come a livello nazionale, anche nelle Marche il primo settore di attività del Non Profit (71,8% del totale regionale) assorbendo il 67,1% del totale dei volontari a livello regionale (107.262) e il 60,4% dei lavoratori esterni (3.295). Secondo settore di attività prevalente è quello dell’Assistenza sociale e protezione civile con 647 istituzioni che rappresentano il 6,1% del totale e impiegano il 49,1% degli addetti (7.601). Seguono i settori delle Relazioni sindacali e rappresentanza di interessi con 531 istituzioni (5%), della Sanità con 317 istituzioni (3%) e dell’Istruzione e ricerca con 299 istituzioni (2,8%).

Nelle Marche il settore Non Profit è costituito principalmente da 7.313 associazioni non riconosciute (68,5% del totale), 2.464 associazioni riconosciute (23,1%) e 266 cooperative sociali (2,5%).

Comments are closed.