Neo mamme – serene

 

Proponente

Centro Informazione e Assistenza Famiglia.

Sede Legale in Via XX Settembre, 23 – 63100 – Ascoli Piceno.

Rappresentante Legale: Roberta Giovannozzi.

Web: centrosiloe.it

Importo deliberato dalla Fondazione nel triennio 2011_2013 Euro 30.000.

Impatto territoriale: Ascoli Piceno.

Il progetto in sintesi Il progetto ha proposto un approccio integrato rivolto al benessere psicofisico della mamma, del neonato, della coppia. Il 20 aprile 2012 il progetto è stato presentato ufficialmente con una conferenza di Ezio Aceti dal titolo Genitori si può fare: la stupenda avventura dalla nascita in poi, presso il Polo S. Agostino ad Ascoli Piceno, cui è seguita l’inaugurazione dei locali sede del corso. A partire da mercoledì 2 maggio 2012 e fino al 31 dicembre 2013 sono stati realizzati in totale quattro corsi Neo Mamme Serene, che hanno coinvolto cinquanta mamme sia italiane sia straniere e si sono svolti con cadenza settimanale, ogni mercoledì dalle ore 18.00 alle ore 19.00, presso la sede dell’associazione ad Ascoli Piceno. Il corso ha proposto alle mamme: una particolare ginnastica specifica post parto con la fisioterapista;  incontri individuali e collettivi con la pediatra per ricevere indicazioni riguardanti l’alimentazione e il ritmo sonno-veglia dei piccoli; incontri di psicologico individuali e collettivi con la psicoterapeuta. L’attività di baby sitting ha affiancato quella dei corsi, accogliendo bambini di varie età ed è stata gestita dalle quattro baby sitter a progetto, dalla pedagogista e dalla puericultrice, tutte volontarie del Centro. È stato possibile seguire le attività del corso sul sito del centro Sìloe (www.centrosiloe.it) e sulla pagina Facebook (https://it-it.facebook.com/CentroSiloe). Al termine di ogni corso è stato somministrato alle mamme un questionario di verifica, elaborato dall’equipe del Consultorio. Dai questionari somministrati alle partecipanti sono emersi ottimi giudizi per quanto riguarda sia l’iniziativa (unica nel territorio nel suo genere) sia la professionalità degli operatori. Nonostante la difficoltà oggettiva di valutare l’effettiva diminuzione dell’incidenza della depressione post-partum per assenza di dati rilevabili, in molte situazioni si è riusciti ad intervenire per diminuire l’insorgenza di crisi di coppia, derivanti sia dal disagio post-partum, sia dalla necessità di riformulare le dinamiche relazionali all’interno della famiglia in seguito alla nascita del figlio.

Comments are closed.