“Non solo anziani” al Centro Primavera di San Benedetto

San Benedetto del Tronto, 12 gennaio 2018 – Ha avuto inizio l’iniziativa “Non Solo Anziani” promossa dalla Cooperativa Sociale La Picena e realizzata insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. Il progetto prevede una gestione in rete con diversi partner co-attuatori: Associazione IRIS Insieme a te-onlus, Associazione Sinestesie, Asur, Avulss, Associazione C.Ha.P.P., Comune di San Benedetto del Tronto, Associazione Sulle Ali dell’Amore, SPI, Università della Terza Età, Associazione Antoniana Eventi.

Il progetto “Non Solo Anziani” si propone di migliorare la qualità della vita degli anziani e delle proprie famiglie attraverso la presa in carico degli ospiti, in particolare di quelli non autosufficienti, del Centro Primavera di San Benedetto del Tronto, proponendo servizi quali assistenza sociale e sanitaria, supporto psicologico, attività ricreative e di inclusione sociale anche all’esterno del centro; avrà inizio dal 01/01/2018 e termine previsto il 30/06/2019. Le attività si svolgeranno a San Benedetto del Tronto.

Il progetto persegue i seguenti obiettivi: 1) Assistenza e cura alle persone anziane, in particolare agli anziani non autosufficienti: rafforzare la qualità delle cure e dei servizi offerti anche attraverso un sostegno psicologico alle loro famiglie; 2) Miglioramento alle condizioni di vita per le persone anziane e non autosufficienti: una parte delle attività progettuali è destinata ad intervenire sul miglioramento delle condizioni di vita delle persone anziane e non autosufficienti in considerazione del fatto che il benessere fisico passa da quello psichico; 3) Rafforzamento della rete degli operatori del terzo settore: il progetto si pone come obiettivo quello di rafforzare la rete e le attività ad esse legate nell’ottica di crescita nel territorio; 4) Sensibilizzare tutta la comunità sulle tematiche relative agli anziani e alla non autosufficienza: al progetto sarà data un’ampia risonanza sul territorio di riferimento, in modo da accrescere nella comunità l’attenzione verso le problematiche degli anziani non autosufficienti, alle loro famiglie e sulle possibilità di intervento per il miglioramento del loro benessere e della qualità della vita.

Le azioni previste per il conseguimento di tali obiettivi sono: attività di presa in carico della persona anziana sia autosufficiente che invalida, con sostegno socio-sanitario ed infermieristico, attraverso personale qualificato; consulenza psicologica alle famiglie; attività ludico ricreative e  informative, incluse escursioni, uscite sul territorio, partecipazione a feste di quartiere ed eventi che favoriscano la socializzazione e l’integrazione; laboratori ricreativi quali decoupage, arteterapia, musicoterapia, attività teatrali e ginnastica dolce; incontri sull’ educazione alla salute e alla corretta alimentazione e infine eventi, feste, momenti di incontro aperti alla cittadinanza.

Il progetto si pone di attuare un cambiamento molto sfidante non solo legato al miglioramento delle condizioni di vita delle persone anziane ospiti del centro e non, ma soprattutto verso la comunità civile. Infatti, intende far riconoscere l’inevitabilità dell’invecchiamento e quindi coinvolgere le istituzioni e gli altri enti del privato e del privato sociale sulla necessità di collaborare insieme per trovare soluzioni comuni ed efficaci per comprendere meglio il problema ed adattarlo alla società che cambia; intende gestite tutte le persone anziane condizioni di vita dignitose sicure, con possibilità di accesso alle cure mediche e ai servizi erogati e infine sostenere la comunità e le famiglie al fine di sviluppare un sistema di sostegno che possa garantire alle persone anziane le cure necessarie e promuovere un livello locale di volontariato attivo ad esse dedicato.

Comments are closed.