Ospedale Madonna del Soccorso: in arrivo la tecnologia per l’Ossigenazione extracorporea (Ecmo) dono della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno

Ascoli Piceno, 21 aprile 2020 – È in arrivo oggi all’Ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto, presidio individuato dalla Regione Marche come struttura idonea all’accoglienza dei malati Covid -19, l’attrezzatura per l’ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO, acronimo inglese di ExtraCorporeal Membrane Oxygenation). L’Ospedale Madonna del Soccorso si dota così di una tecnologia di eccellenza nel supporto ai malati di Coronavirus con grave insufficienza respiratoria e/o cardiaca. L’Ecmo è, infatti, un trattamento salvavita, che affida temporaneamente le funzioni di cuore e polmoni a un macchinario esterno, permettendo al paziente la graduale ripresa della funzione polmonare.

L’intervento, che ha previsto un investimento di 70.000 Euro da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, conferma l’impegno della Fondazione stessa nel contrasto all’emergenza provocata dalla diffusione del Covid -19, e si aggiunge all’acquisto di un macchinario per la tomografia assiale computerizzata (TAC) in dotazione all’Ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno, e di dispositivi di protezione per il personale medico sanitario e le organizzazioni di Terzo settore. Il tutto con un impegno economico complessivo di 600.000 Euro.

Oltre al fronte sanitario, la Fondazione è al lavoro anche in ambito sociale per la costituzione di un Tavolo di contrasto alla povertà, con la pubblicazione di un Avviso per la manifestazione di interesse per le Organizzazioni di Terzo settore (http://www.fondazionecarisap.it/richiesta-di-contributi/) che si occupano in modo prevalente, continuativo e specialistico di tale problematica.

A breve la Fondazione pubblicherà un avviso per la realizzazione di una Accademia funzionale all’inserimento lavorativo di persone con disabilità e per la realizzazione di un unico progetto di rete per l’assistenza domiciliare per i malati oncologici e terminali.

Comments are closed.