Partecipo, quindi sono

 

Proponente

Ente Nazionale Sordi.

Sede legale in Viale Vellei, 12/16 – 63100 – Ascoli Piceno.

Legale rappresentante: Alessandro Malizia.

Web: ens.it

Importo deliberato dalla Fondazione nel triennio 2011_2013 Euro 23.000,00.

Impatto territoriale: San Benedetto del Tronto.

Il progetto in sintesi Il progetto ha inteso diffondere la cultura dei non udenti, anche con un interventi di tipo  strutturale e tecnologico. Nell’ambito delle attività progettuali si è proceduto, infatti, all’installazione di un impianto di amplificazione ad induzione magnetica nel teatro di San Filippo Neri a San Benedetto del Tronto, dove sono andate in scena tutte le rappresentazioni teatrali programmate. Lo spettatore è stato progressivamente condotto nella cultura sorda attraverso un percorso a tappe, iniziato con uno spettacolo accessibile a tutti, anche ad un pubblico non vedente: Le avventure del piccolo burattino. La rappresentazione è stata messa in scena il 15 dicembre 2012 dall’associazione Li.Fra, che si occupa di arte senza barriere e allestisce spettacoli accessibili a tutti – anche a bambini con disabilità pluri sensoriali come vista e udito. La seconda tappa del percorso ha proposto, il 18 gennaio 2013, sempre al teatro San Filippo Neri di San Benedetto del Tronto, l’integrazione sul palco di attori sordi e udenti grazie ai Diversamente comici (Francesco D’Amico e Giuditta Cambieri, noti per i successi televisivi ottenuti nei programmi Zelig e Domenica IN). Lui sordo, lei udente, i due attori sono ideatori e protagonisti di un cabaret definito rivoluzionario, che rompe le barriere di comunicazione tra il mondo degli udenti e quello dei sordi attraverso un linguaggio teatrale che unisce Lingua dei Segni, voce, mimica del corpo, musica. Il 1 febbraio 2013, infine, il percorso si è concluso con il monologo in Lingua dei Segni sulla storia dei sordi: So, so, so ma vuoto. Autore, ideatore e protagonista l’attore sordo Gabriele Caia, docente universitario e formatore di docenti in Lingua dei Segni. Nel corso della mattinata, presso il teatro San Filippo Neri, l’Ente nazionale sordi di Ascoli e Gabriele Caia hanno incontrato i ragazzi delle scuole di San Benedetto del Tronto, ai quali sono stati presentati giochi ed esempi divertenti per spiegare le protesi e la sordità. L’8 e il 9 novembre 2013 si è poi tenuto un Convegno informativo di due giornate ricche di eventi per rappresentare alla comunità il concetto di barriere di comunicazione e le modalità con cui è possibile abbatterle. Le attività progettuali sono state terminate a marzo 2014.

 

Comments are closed.