Page 51 - Bilancio Sociale 2017
P. 51
ATEGIA E PROGRAMMAZIONE e crearne delle nuove che fungano da “cerniera” tra utenti e comunità con
attenzione alle persone diversamente abili;
- incentivare i disabili ed i loro nuclei familiari alla partecipazione ad attività sportive
seguite da personale qualificato;
- favorire progetti rivolti alle forme suppletive e innovative di trasporto per disabili
fisici;
- sperimentare forme alternative di soluzioni abitative autonome per disabili usciti
dal nucleo familiare (dopo di noi);
- creare soluzioni abitative (come condomini solidali), modelli residenziali e di
condivisione di luoghi e momenti specifici (mensa, biblioteca…), innovativi e
diversificati alternativi alle case di cura, per anziani autosufficienti;
- creare reti virtuose - anche con il coinvolgimento degli studenti - per implementare
servizi completi di assistenza domiciliare;
- i tutori di anziani necessitano di beneficiare del supporto di una rete di consulenti
professionali.

B) LE INDICAZIONI EMERSE DALLA RICERCA REALIZZATA DALL’UNIVERSITÀ
POLITECNICA DELLE MARCHE
La realizzazione dello studio risponde all’esigenza di fornire un’analisi scientifica, basata
su dati statistici - quantitativi e qualitativi - in grado di spiegare il contesto sociale ed
economico, definire i fattori di debolezza sociale che richiedono maggiore attenzione ed
acquisire utili indicazioni sulla percezione delle priorità e dei bisogni da soddisfare. Dallo
studio realizzato dall’Università Politecnica e da una lettura incrociata dei dati derivanti
dall’analisi quantitativa e dalle evidenze prodotte della fase di indagine qualitativa, sem-
brano emergere le seguenti indicazioni:
- la percentuale di popolazione giovane in età tra i 0 e i 14 anni risulta inferiore alla
media regionale e nazionale;
- l’indice di vecchiaia è nettamente superiore alla media regionale e nazionale;
- la popolazione straniera, pur in costante aumento nelle aree urbane, ha un’età
media compresa tra i 30 e i 40 anni e non risulta quindi in grado di compensare il
gap generazionale;
- anziani e disabili necessitano sempre più di integrazione in contesti sociali
strutturati ed inclusivi a lungo raggio (diversi dai centri diurni);

50 FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI ASCOLI PICENO
   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56