Page 60 - Bilancio Sociale 2017
P. 60
14 TAEGRORSETMOO2T0O16 3 CAPITOLO

L’Organo di indirizzo della Fondazione ha deliberato di intervenire per tentare di ovviare
alle conseguenze negative del grave terremoto che, a più riprese, ha duramente colpito le
comunità del centro Italia.
Il sisma, oltre agli irreparabili danni umani, alle gravissime lesioni al patrimonio artisti-
co, e ai drammatici effetti sull’economia del territorio, sta anche mettendo in pericolo la
sopravvivenza del modello antropologico grazie al quale si è mantenuta la presenza di
comunità nell’entroterra e grazie al quale si sono mantenuti valori, tradizioni e culture
che, altrimenti, a causa dello spostamento sulla zona costiera delle attività economiche,
sarebbero irrimediabilmente persi.
La Fondazione ritiene quindi che gli interventi di tale settore debbano essere indirizzati
principalmente alla finalità di mantenere la coesione nelle comunità ed al sostegno sul
piano umano e relazionale delle persone colpite, direttamente o indirettamente, dal gra-
vissimo fenomeno sismico.
Nel Piano pluriennale 2017 – 2019 il tema del terremoto costituisce uno specifico ambito
di intervento distinto rispetto agli altri proprio perché richiede iniziative ed attività diversi-
ficate su una pluralità di fattori difficilmente riconducibili ad un unico settore di intervento
con un impegno significativo per il coordinamento.
Per la realizzazione dell’intervento “Terremoto 24 agosto 2016” la Fondazione ha stanziato
l’importo complessivo di Euro 6.000.000 nel triennio.
La Fondazione si è innanzi tutto messa al lavoro per la difficile identificazione degli in-
terventi più adeguati da mettere in atto. In un contesto ancora alquanto indistinto, la
Fondazione ha inteso giungere ad una visione unitaria delle priorità di interesse collettivo,
al fine di impiegare le risorse stanziate nel miglior modo possibile. A questo scopo, la
Fondazione ha aperto sul sito internet www.pianopluriennale.it – a partire dall’11 aprile e
fino al 31 maggio 2017 – un canale diretto con la comunità per la segnalazione di priorità
di interesse collettivo. La Fondazione ha invitato enti, organizzazioni, singoli cittadini, a
presentare le proprie idee compilando l’apposito formulario sul sito www.pianoplurienna-
le.it, promuovendo l’iniziativa sia attraverso l’attività di ufficio stampa (con pubblicazione
di articoli dedicati su Il Corriere Adriatico e Il Resto del Carlino di martedì 11 aprile 2017,
edizione di Ascoli Piceno), sia con una campagna informativa sui mezzi di comunicazione
sociali (Facebook, Twitter). Al 31 maggio 2017 erano state segnalate alla Fondazione,
attraverso il canale online, 58 priorità di interesse collettivo.

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI ASCOLI PICENO 59
   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65